01-07-2015

Giunti elastometrici Quick-Flex® Timken

I giusti elastometrici sono particolarmente adatti in applicazioni soggette ad urti ed elevate vibrazioni, tuttavia non sono ancora così diffusi come i giunti a denti in acciaio al carbonio, considerati lo standard industriale del settore.


In questo tipo di giunti, i denti si usurano nel tempo, sia per problemi di disallineamento che per carichi d'urto.
Inoltre, il contatto metallo/metallo delle superfici trasmette urti e vibrazioni e può provocare guasti o danneggiamenti di altri componenti.

Un giunto a denti deve essere adeguatamente lubrificato: i normali interventi e l'uso di grasso hanno un costo, così come l'interruzione della produzione.


Al contrario dei giunti a denti in acciaio, con i giunti elastometrici, durante l'uso, non si verifica alcun contatto metallo/metallo tra le superfici e si smorzano urti e vibrazioni.

I giunti elastometrici non richiedono lubrificazione, quindi sono a bassa manutenzione e decisamente ecologici.
In particolare i giusti elastometrici Quick-Flex® Timken aggiungono a questi vantaggi quello ulteriore di essere disponibili in diverse configurazioni che possono essere smontate rapidamente per la manutenzione, sono estremamente compatti e rapidi da manutenere.
Queste ultime caratteristiche rendono i giunti Timken Quick-Flex una valida alternativa ad altre tipologie di giunti elastomerici, mediamente meno compatti e con maggiori complessità di intervento in caso di sostituzione dell'inserto elastico.


Per maggiori informazioni rimandiamo all'articolo pubblicato sulla rivista Organi di Trasmissione:


Scarica l'articolo di Organi di Trasmissione